Visitatori da Altrove

Il sentiero ai confini della realtà

16-03-12-ufo-crash-1865

Un UFO crash nel 1865?

La Guerra Civile era appena finita. Lincoln era stato assassinato. Ma nelle regioni più remote e selvagge degli Stati Uniti la vita procedeva dura come sempre.
James Lumley era una trapper che si barcamenava catturando animali da pelliccia nelle zone montagnose lungo il corso del Missouri superiore, dalle parti di Great Falls, Montana, vicino al Cadotte Pass.
E fu proprio mentre posava le sue trappole che si imbattè nell’episodio più misterioso di tutta la sua vita: qualcosa era venuto giù dal cielo schiantandosi su una montagna.

ufo-crash-1865-james-lumley

James Lumley

Una sera, dopo il tramonto, il trapper vide un oggetto luminoso in cielo muoversi a gran velocità verso est. Fu visibile per qualche secondo, poi un’esplosione lo divise in parti più piccole.

Qualche minuto più tardi, udì una forte esplosione che scosse anche il terreno, seguita da uno strano rumore, come quello di un tornado che scuoteva la foresta. Si alzò anche un forte vento che portò al suo accampamento un intenso odore di zolfo.

Il giorno seguente, Lumley scoprì un vasto solco che attraversava la foresta. Alcuni grossi alberi erano stati abbattuti e in più punti il terreno sembrava scavato e sollevato. Anche le cime delle colline erano state private della vegetazione.
C’erano ovunque segni di devastazione.
Seguendo lo strano solco, il trapper scoprì un’enorme “pietra” che si era schiantata sul fianco di una montagna.

Esaminando la “pietra”, si rese conto che era divisa in diversi compartimenti vuoti e portava dei “segni” peculiari che descrisse come geroglifici. Lumley rinvenne anche i frammenti di una sostanza che somigliava al vetro e alcune macchie scure che sembravano causate da una specie di liquido.

Questa vicenda venne ritrovata dallo studioso W. Ritchie Benedict durante una ricerca sui vecchi quotidiani canadesi. Era apparsa sul British Daily Whig for Kingston del 15 novembre 1865 (ma anche sul Niagara Mail dello stesso periodo), che riprendeva un articolo originale del Missouri Democrat del 19 ottobre 1865. Secondo il giornale l’episodio era accaduto nel settembre precedente (ma probabilmente si era verificato l’anno prima).

Cose vide veramente il trapper?
La descrizione iniziale fa pensare a un grosso meteorite.
Ma i geroglifici?
Le macchie di liquido scuro?
I compartimenti vuoti all’interno della “pietra” gigantesca?
Nessuna ricerca di eventuali frammenti è mai stata condotta sul Cadotte Pass. Ma dopo più di 150 anni è forse impossibile inviduare l’area del crash o ritrovare eventuali frammenti.
Ma qualunque cosa fosse l’oggetto che James Lumley vide quel lontano giorno tra le montagne del Montana, è ancora lì in attesa che qualcuno vada a cercarlo…

ufo-crash-1865-brooklyn-daily-eagle

La notizia sul Brooklyn Daily Eagle del 14 novembre 1865 che riprende l’articolo originale del Missouri Democrat

 

Precedente

Il biplano che volò nel futuro

Successivo

Il giorno delle Navi Volanti

  1. AnnaMara

    Che voglia di partire alla ricerca dell’oggetto misterioso! Pezzo molto coinvolgente, documentato, affascinantissimo!

    • Twilight Zone

      Grazie.
      Ho visto delle foto di Google Maps della zona del passo e in alcuni punti la vegetazione ha uno sviluppo diverso dall’ambiente circostante. Chissà, bisognerebbe proprio partire e cercare.

Lascia una risposta

© 2016 TwilightZone.it
Informativa cookie.